Reshabar

 

Da benevolo soffio a leggendario distruttore il Reshabar, “vento nero” e fosco, soffia nel Kurdistan. Il vento corre senza sosta, attraversa paesi e culture, disperde un po’ di quel che ha assorbito, mentre vive nuove esperienze.

 

Musica e Danza insieme sprigionano un’ energia che ha origine in tempi remoti, un alternarsi di luce e tenebre, un gioco tra forze contrastanti che si attraggono inevitabilmente; essi nascono insieme e congiunti percorrono un cammino comune, etereo e terreno, dolce e impetuoso, trascinando e risvegliando con sé, come un vento capriccioso, anche gli animi più ritrosi.

 

Lo spettacolo unisce la danza orientale, nelle sue più varie interpretazioni, alla musica dal vivo suonata da due grandi maestri. Si alternano momenti di danza e di musica, e le due arti si incontrano sul palco in armonia e sintonia.

 

Mary e Luisa, coreografe ed interpreti, esplorano il mondo orientale nell’ accezione più ampia del termine: dalla danza del velo e delle percussioni, che fanno parte della tradizione araba, alla danza indiana e della spada. Insieme a loro, sul palco, Roberto Izzo (violino) e Andy Bartolucci (percussioni).

 

SHAMSQAMAR

 

Luisa Del Grosso e Maria Consales, danzatrici orientali professioniste, danno vita alle loro esibizioni pensando ad una danza orientale dagli orizzonti più ampi, che abbraccia diverse culture e tradizioni.

Un modo di scoprire l’essenza della propria femminilità ricercando l’armonia del corpo.